RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO

- NOVEMBRE 2017 -
HOME - L'EDITORIALE - “Assolutamente grandioso”

L'EDITORIALE

“Assolutamente grandioso” di Flavia Pankiewicz
CONDIVIDI Facebook Twitter

A

ll’inizio di luglio ero in volo tra Seattle ed Albuquerque, il naso incollato al finestrino per non perdere la vista, strepitosa, di quel tratto del territorio dell’Ovest americano. Doveva essere solo uno sguardo frettoloso alla rivista di bordo ma sono rimasta folgorata dall’editoriale del direttore, Jay Heinrichs. “Dear reader/Caro lettore – esordiva – il motto di mio padre nella vita era: ‘niente scuse’.” E procedeva spiegando perché avesse scelto di dedicare l’intero numero della rivista a persone che hanno realizzato obiettivi “totally awesome”, assolutamente grandiosi, spesso partendo da disgrazie devastanti, come l’essere nato senza una gamba, che non ha impedito ad Anthony Robles di vincere il Campionato americano 2011 di Wrestling gareggiando con atleti normodotati, o un forte handicap della vista, nonostante il quale il californiano Bruce Hall, dopo aver imparato a fare immersioni, è diventato un acclamato fotografo di immagini subacquee, vincendo persino un concorso del National Geographic. E Heinrichs raccontava anche, con ammirazione, della piccola grande impresa di sua moglie, Dorothy, che quest’anno ha scalato da sola una montagna di mille metri cento volte in una stagione. E questo all’alba, prima di andare al lavoro, alzandosi quando è ancora buio, senza farsi scoraggiare dal maltempo, dal freddo, dalle incognite di una scalata solitaria. E con nonchalance aggiungeva che sua moglie ha 56 anni. 
       Crisi economica, indignados che protestano contro l’alta finanza che continua ad arricchirsi a spese della gente comune e vengono trascinati via dalla polizia. E in tanti luoghi del mondo fame, malattia, devastazioni che non sono solo il frutto di calamità naturali o gli effetti collaterali di una guerra ma una realtà di povertà endemica di cui la pur sempre presente opulenza dell’Occidente non riesce a farsi carico. Migranti in fuga dai mille Sud del mondo che coraggiosamente provano a cercare una vita migliore e che sbarcano spesso su sponde altrettanto inospitali. A guardarsi intorno la situazione globale non è rosea. E poi c’è il fardello delle amarezze individuali che non manca a nessuno.

      La fine dell’anno è il momento dei bilanci, delle riflessioni, dei progetti per il nuovo anno che inizia, per il futuro, e mi sono tornate in mente quelle storie mirabili di straordinaria gente comune e la moglie di Heinrichs che scala la sua montagna cento volte solo per il gusto di farcela.

      L’americanissimo inno all’ottimismo e alla volontà che vince su tutto lanciato da una rivista di bordo è il modo che ho scelto per augurare ai lettori delle due sponde dell’Atlantico, e di tutte le sponde a cui il web ci permette di approdare, un felice 2012 e di scegliere la propria montagna e scalarla.

Puglia
Sotto l’albero di Natale vorrei…
Considerazioni sull’appello di Mirren e Hackford
Dal matrimonio milionario a Madonna
Puglia mai così amata
11 bandiere blu al mare di Puglia
E Otranto tra i più bei borghi d’Italia
La La Land
“L’altra America” del new romantic Damien Chazelle
Lettera aperta a un grande regista
Puglia, attraente
365 giorni all’anno
Tra l’America e la Puglia
inquietudini, bilanci e propositi di fine anno
Puglia “regione più bella del mondo”
Presa d’assalto da re e divi
Quel disastro ferroviario in Puglia
che ha sconvolto la nostra estate
L’altra Puglia.
L’amara realtà del caporalato al di là degli scenari da copertina
Se la primavera inizia con la tragedia di Bruxelles Un 2016 all’insegna della Puglia, anche in America TEDx Lecce
Le vite straordinarie e le scelte “rivoluzionarie” della gente comune
Flavia Pennetta e Roberta Vinci
Icone di Puglia sulla scena mondiale
Puglia
La calda estate della cultura
Lecce ancora sul New York Times
L’innamoramento della stampa americana per la Puglia e il Sud continua…
Ben Hur a Matera
Il rilancio dell’Italia può partire dal Sud
Il ricordo di Mario Cuomo, orgoglio degli Italiani d’America TEDex
Da una conferenza le ispirazioni per progettare il futuro
Puglia presa d’assalto dai divi
Un treno da non perdere
Web
Vieste e Gallipoli le più cliccate dagli italiani
Bandiere blu
Dieci spiagge “10 e lode” per la Puglia
Rifiuti interrati, ricerche petrolifere e un gasdotto tra le acque cristalline.
Si metta uno stop ai misfatti in Puglia
Renata Fonte
30 anni fa il suo omicidio.
Difendeva Porto Selvaggio
Pugliamania Nebraska
La favola spiazzante dell’altra America
L’albero della vita di Otranto
simbolo dell’Italia all’Expo 2015
Fine d’anno di grandi speranze per la Puglia TEDx
Dalla California a Lecce il coraggio delle idee
Bill de Blasio.
È italoamericano il più gettonato candidato sindaco di New York
Se Lecce approda sul New York Times,
se alla “Notte della Taranta” arrivano 130.000 persone…
Pianoforti in strada a New York Il Grande Gatsby...
Se dal grande schermo il sogno americano fa irruzione nella nostra vita
“Se vedi qualcosa, di’ qualcosa”
Considerazioni dopo l’attentato di Boston
Il Salento “Territorio dell’anno 2013” 2013, Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti Buoni propositi di fine anno Obama rieletto
Tra sogni e pragmatismo la lezione americana all’Europa
La scomparsa di Cristanziano Serricchio, poeta della luce Dieci motivi per venire in vacanza in Puglia “Molto forte, incredibilmente vicino” Zeppole in California Quelle lacrime per la scomparsa di Dalla 11 settembre
dieci anni dopo
La prima volta sul web